Fitness - Benessere - Piscine - Bellezza Fitness - Benessere - Piscine - Bellezza
Per essere sempre aggiornato sulle novità del sito



 
 cure termali

fanghi anti cellulite Fanghi: rinnovata bellezza

Nascono dall'unione di acqua termale o marina e argilla, e sono un valido trattamento per combattere il problema della cellulite, per tonificare e rivitalizzare la pelle. I fanghi agiscono più efficacemente di altri trattamenti contro gonfiori e cuscinetti adiposi, grazie alla presenza di minerali ed oligoelementi - uniti ad alghe, oli essenziali ed estratti vegetali - che, durante la posa, vengono "passati" alla pelle.
L'applicazione dei fanghi è utile per contrastare la cellulite per tre ragioni fondamentali. In genere, prima della loro applicazione, essi vengono scaldati: questo stimola la circolazione, tonificando la pelle e favorendo l'eliminazione delle tossine.
Grazie all'elevato contenuto di minerali ed oligoelementi, si eliminano i liquidi in eccesso presenti nei tessuti, riducendo il gonfiore tipico delle zone cellulitiche, e contrastando il rilassamento dei tessuti. In più, i fanghi stimolano il metabolismo locale, stimolando l'eliminazione del grasso localizzato, e riducendo di conseguenza i cuscinetti adiposi.

Non tutti i fanghi, però, sono uguali, né sono validi allo stesso modo per tutti gli inestetismi: i più utili contro la cellulite sono quelli a base di acque ricche di iodio, sodio e bromo.
L'effetto di tali sali minerali è quello di richiamare in superficie i liquidi in eccesso, in modo che possano essere eliminati; lo iodio, in particolare, stimola la tiroide, dando una spinta al metabolismo: in questo modo, aiuta a bruciare i grassi.

Il trattamento con i fanghi può essere sperimentato nei centri termali e negli istituti di bellezza, oltre che a casa propria.
Nei centri termali, i fanghi vengono applicati su tutto il corpo o solo sulle zone da trattare; successivamente, si passa al bagno termale, e al massaggio successivo. Il trattamento in istituto è altrettanto completo: si procede innanzitutto ad un'esfoliazione profonda della pelle, per permettere alle sostanze attive dei fanghi di penetrare a fondo. Subito dopo, un massaggio con un prodotto specifico prepara la pelle all'applicazione del fango, e aiuta la rimozione delle tossine. Infine, il fango viene scaldato a bagnomaria, e applicato abbondantemente si punti interessati, avvolgendo poi il corpo con un telo in plastica e una coperta termica.

Per chi, poi, non ha il tempo di andare in un centro specializzato, le terme-fai-da-te sono già una realtà, grazie alle linee cosmetiche sempre più innovative ed efficaci, che permettono di reperire con facilità trattamenti completi. Secondo gli esperti, sarebbe meglio provare prima il trattamento alle terme, e proseguire poi in base ai consigli suggeriti in quella sede.

Il fango è vivamente consigliato per il trattamento della cellulite.
Bisogna considerare però, che, essendo esso applicato a caldo, agisce come attivatore della circolazione, e, di conseguenza, è molto indicato per le pelli grasse, mentre per quelle sensibili è necessario scegliere un prodotto specifico. Anche per questo motivo, è sempre meglio acquistare una gamma completa di prodotti: fanghi, oli e creme di marche che abbiano una gamma di prodotti tale da consentire un trattamento completo ed efficace.

Articolo tratto da "Wayfitness.net"


 
Archivio articoli